Garry Winogrand: il “padre” della Street Photography contemporanea

Garry Winogrand: il “padre” della Street Photography contemporanea

Continua il nostro percorso verso la conoscenza dei maggiori artisti e fotografi che hanno rivoluzionato il mondo della fotografia. Oggi vi parlo di Garry Winogrand, fotografo americano che ha posto la Street Photography, attraverso un approccio personale, come genere di riferimento di tutta la sua produzione autoriale.

Garry Winogrand Biografia

Garry nasce a New York nel 1928. Qui conseguirà inizialmente, gli studi di pittura e fotografia alla Columbia University e successivamente intraprenderà un corso di fotogiornalismo alla New School for Social Research.

Egli verrà influenzato dagli stili di Robert Frank, Walker Evans e Henri Cartier-Bresson creandosi da qui uno stile tutto personale basato sul cogliere il momento attraverso un approccio molto “intimo” con il suo soggetto (abbiamo analizzato tre diversi tipi di approcci qui).

Garry Winogrand “spendeva” molto del suo tempo nelle strade di New York con la voglia, e la convinzione, di voler catturare, per renderli straordinari, i momenti di quotidianità degli americani. Consumerà moltissimi rullini durante le sue uscite accumulando così moltissimi negativi e fotografie.

Alcune di queste non verranno neanche prese in considerazione dall’artista per un semplice motivo: passando molto tempo in strada egli si scordava di raccoglierle e catalogarle. Garry morirà in seguito ad un cancro nel 1984 lasciando moltissime fotografie di livello e moltissimi negativi non ancora sviluppati.

L’approccio fotografico di Garry Winogrand nelle strade americane

Garry Winogrand era conosciuto per essere un grande “camminatore”. Egli, giornalmente, spendeva parte del suo tempo per scattare fotografie nelle strade di New York con un unico intento: quello di catturare l’istante, di farlo proprio e di viverlo come se lo stesse vivendo in prima persona.

Garry non esitava neanche un momento, appena pre-visualizzava una scena si fiondava subito per fotografarla, non aveva importanza cosa il suo soggetto pensasse quello che importava era portare a casa lo scatto.

© Garry Winogrand

Lui riusciva a fare tutto ciò perché si dimostrava essere “rispettoso” e umano nei confronti della scena da lui fotografata. Sorrideva sempre e faceva trasparire al suo soggetto un’atmosfera di “intesa” e di tranquillità durante la fase di scatto.

Questa particolarità era fondamentale per la sua produzione artistica, scattando con un 28mm doveva avvicinarsi di molto ai suoi soggetti per poter riprendere la scena in maniera adeguata e completa (tanto che non ritagliava quasi mai le sue fotografie). Non si spaventava di nulla, voleva essere immerso nell’azione e riusciva quasi sempre nel suo intento.

Cosa spingeva Garry ad uscire ogni giorno per fotografare?

Garry amava l’idea di immersione totale nella quotidianità. Egli passava ore ed ore in vie di New York, con la sua Leica in mano, alla ricerca di eventi da rendere grandiosi.

Addirittura molti suoi studenti si impressionarono della quantità di fotografie e di rullini consumati in una frazione di tempo e di spazio minuscoli. Garry Winogrand aveva un passo lento, si guardava sempre in torno e scattava a raffica, cosa impensabile per molti fotografi contemporanei.

© Garry Winogrand

Semplicemente lui aveva ben compreso le potenzialità e la gioia di scattare fotografie con una libertà emotiva e professionale che tutt’oggi, purtroppo, manca. Era riuscito a porre la fotografia come mezzo di rappresentazione e definizione di una realtà molto vicina a noi, che però manteneva una pur sempre porzione di personale visione di quest’ultima.

La fotografia è la rappresentazione del nostro modo di vedere il mondo, Winogrand lo sapeva ed era in grado di dimostrarlo in maniera perfetta.

Cosa ci insegna Winogrand sulla Street Photography?

Garry Winogrand ci insegna ad amare e rispettare quel meraviglioso frangente da noi immortalato, ma soprattutto ci conduce verso un’idea di fotografia che fa dell’immersione nella scena un suo punto di riferimento.

Ogni evento, ogni momento e ogni frangente della nostra vita merita di essere fotografata e vissuta, Garry lo aveva capito e per questo oggi non ci fermiamo nel dire che egli è uno dei “padri” della Street Photography moderna.

Personalmente trovo meraviglioso l’approccio e l’idea di fotografia dell’artista in questione. Da lui si può veramente imparare molto, non solo sulla Street Photography, ma anche sul come concepire la vita e il ruolo del fotografo nella società odierna.

Il dietro le quinte della famosa fotografia di Winogrand
Winogrand…Winogrand…un nome che riecheggia nelle nostre menti ogni qualvolta si parla di Street Photography e dei suoi più importanti interpreti al mondo. Il fotografo americano ha scritto una fase importante di questo genere mettendo sul piatto, oltre al suo innocente sorriso, un numero di scatti d…
Diventa un Sostenitore 💞
Insieme, per il futuro della fotografia di strada italiana e della buona cultura fotografica. Con poco possiamo costruire tanto. Unisciti a noi. Sostenitore 🌟Un piccolo contributo mensile per chi ha a cuore le sorti del progetto editoriale. Con questo piano ottieni: 💞 L’ebbrezza di sostenere un pr…

Rompi gli schemi visivi. Vivi la tua fotografia di strada al 100%

Unisciti ai lettori di EXTRA ed apri le porte ad un mondo di contenuti esclusivi di approfondimento sulla fotografia di strada, sulla gestione del flusso di lavoro e sulla crescita delle proprie doti autoriali. Ogni settimana una risorsa incredibile.

Clicca qui per iniziare il percorso ◎