Alex Webb: il fotografo del caos

Alex Webb: il fotografo del caos

Rieccoci con un nuovo appuntamento della nostra rubrica dedicata agli autori, moderni e del passato, che hanno stravolto il concetto di fotografia riuscendo a diventare tutt’oggi dei riferimenti per moltissimi fotografi odierni. Oggi tocca ad Alex Webb, fotografo americano con una grande abilità nel saper rendere ordinato il caos.

Alex Webb Biografia

Alex Webb nasce a New York nel 1952. Si appassiona fin da subito alla storia dell’arte, con un maggior riguardo a De Chirico, e alla fotografia dei grandi autori del tempo.

La sua passione verso questi due mondi lo porterà ad avvicinarsi all’idea di voler fare diventare la fotografia il suo lavoro e il suo unico mezzo di espressione di se stesso.

Inizialmente il suo lavoro sarà influenzato maggiormente dalle opere di Henri Cartier-Bresson soprattutto nell’utilizzo del bianco e nero e nello studio attento dell’inquadratura. Successivamente, dopo aver raggiunto un blocco artistico ed essere arrivato ad un vicolo cieco della sua produzione, decise di prendersi del tempo per rielaborare il suo operato.

I mesi successivi lo portarono ad intraprendere vari viaggi, tra cui uno ad Haiti, che stravolsero completamente la sua vita artistica (come ricorda nel suo libro Street Photography ed immagine poetica).

Nel 1975, ho raggiunto una sorta di vicolo cieco nella mia fotografia. Stavo fotografando in bianco e nero il panorama sociale americano del New England e dintorni di New York — parcheggi desolati abitati da figure umane sfuggenti, smarriti, in cerca dei bambini legati con la cintura in seggiolino in auto, i cani di strada. Le fotografia era un po’ alienata, a volte ironica, a volte divertente, forse un po’ surreale, ed emotivamente distaccata. In qualche modo avevo la sensazione che il lavoro non stava dandomi niente di nuovo. Mi sembrava di essere di esplorare il territorio che altri fotografi — come Lee Friedlander e Charles Harbutt — avevano già scoperto.

— Alex Webb

I colori e le atmosfere dei paesi indiani e latini furono decisi per il suo passaggio alla fotografia a colori ma soprattutto ad un cambiamento della gestione dell’inquadratura che ora vedeva moltissimi soggetti e un’attenzione verso ogni “strato” della fotografia (primo piano, secondo piano e sfondo).

Il lavoro e l’occhio del fotografo americano verrà subito notato dall’agenzia Magnum Photo che, nel 1979, lo farà entrare di diritto nella cerchia dei più importanti fotografi del nostro pianeta. Tutt’oggi egli lavora a moltissimi progetti in compagnia di sua moglie, Rebecca Norris, anche lei fotografa.

Il processo creativo di Alex Webb

Alex Webb è uno tra i fotografi di strada più conosciuti ed apprezzati nel mondo. Il suo occhio e la sua capacità nel saper rendere ordinata una situazione caotica lo hanno reso uno tra gli artisti di maggior riferimento in questo genere fotografico.

Il suo lavoro è la completa rappresentazione di un’idea di fotografia caratterizzata da colori forti, moltissimi soggetti e uno studio della luce veramente interessante.

© Alex Webb

Una delle prime cose che ti vengono in mente dopo aver osservato ed analizzato un suo scatto, è come il fotografo sia riuscito a catturare quel momento, nella maggior parte dei casi unico e sfuggevole, con anche il tempo di poter studiare la composizione.

Alex Webb riesce a fare tutto ciò in maniera ormai abituale ed inconscia, la sua esperienza e la sua naturale predisposizione alla costruzione dello scatto lo aiutano a tirar fuori il meglio da quel momento specifico.

Io so affrontare un posto solo camminandoci. Quello che fa un fotografo di strada è camminare, guardare e ancora guardare e aspettare per qualcosa di più, cercando di rimanere fiducioso che l’innaspettato, l’ignoto, o il cuore segreto delle conoscenza attenda proprio dietro l’angolo.

— Alex Webb

A giocare un ruolo fondamentale nella sua fotografia non è solo la bravura, ma anche una costanza nell’andare in strada a cercare il momento, la situazione e il luogo dove, molto probabilmente, accadono dei momenti particolari. Lui stesso ammette che in questi casi anche la fortuna più risultare un ‘arma in più in giornate “storte” dal punto di vista fotografico.

© Alex Webb

Un’altra caratteristica del suo lavoro è quella di saper sfruttare la luce, in tutte le sue forme (naturale ed artificiale) al fine di creare degli scatti dal forte impatto visivo ed emotivo. Il colore, come abbiamo più volte ricordato, è un’arma a doppio taglio ma se utilizzato in maniera minuziosa ed attenta si può veramente tirar fuori un’immagine strepitosa.

Cosa ci insegna Alex Webb sulla Street Photography?

Alex Webb è un esempio da seguire nel mondo della fotografia di strada per il semplice fatto che, la sua umiltà e il suo rispetto nei confronti delle situazioni e delle persone da lui fotografate, sono già due elementi fondamentali da tenere in considerazioni tutte le volte che fotografiamo.

© Alex Webb

Egli ci insegna a non demordere di fronte ai nostri insuccessi, ricordandoci che in strada, anche nell’angolo più buio e nascosto della nostra città, può nascondersi un momento che merita di essere catturato e reso immortale.

Lui stesso mette in evidenza il come il viaggio e la conoscenza di popoli e luoghi diversi possano veramente cambiare il nostro modo di vedere il mondo e così influenzare il nostro processo creativo.

Insomma, viaggiate, imparate, camminate e fotografate! Con la consapevolezza che il momento perfetto possa mostrarsi davanti a voi da un momento all’altro.

Il dietro le quinte della famosa fotografia di Alex Webb
Se mi chiedessero quale tra i fotografi di strada moderni è sicuramente il più famoso, risponderei Alex Webb. Il fotografo americano è riuscito a scrivere una fase importante della fotografia grazie al suo occhio e alla sua gestione dell’inquadratura. Ma quale storia si nasconde dietro ad una delle…
Diventa un Sostenitore 💞
Aiutami a rendere The Street Rover un posto migliore, per me, per te, per chi è alla ricerca di un luogo sicuro in cui crescere e parlare di fotografia, quella vera. Sostenitore 🌟 Un piccolo contributo mensile per chi ha a cuore le sorti del progetto editoriale. Con questo piano ottieni:

Rompi gli schemi visivi. Vivi la tua fotografia di strada al 100%

Unisciti ai lettori di EXTRA ed apri le porte ad un mondo di contenuti esclusivi di approfondimento sulla fotografia di strada, sulla gestione del flusso di lavoro e sulla crescita delle proprie doti autoriali. Ogni settimana una risorsa incredibile.

Clicca qui per iniziare il percorso ◎