Nikos Economopoulos: il fotografo armoniosamente “scorretto”

Nikos Economopoulos: il fotografo armoniosamente “scorretto”

Penso sia arrivato il momento di parlarvi di uno tra i miei più apprezzati fotografi del XXI. Sto parlando di Nikos Economopoulos, fotografo già introdotto nell’articolo sulla Cultura greca sulla Street Photography, e reporter tutt’ora molto apprezzato dagli artisti di stampo contemporaneo.

Nikos Economopoulos Biografia

Nikos Economopoulos nasce in Kalamata, Grecia, nel 1958. Dopo aver studiato legge a Parma, Nikos, ritorna nella sua terra dove inizia a lavorare per i giornali come fotogiornalista d’azione.

Stanco di sottostare alle norme imposte dai giornali, il fotografo greco, abbandonerà ben presto il suo posto di lavoro per dedicarsi a vari progetti di stampo fotografico in solitaria. Molti dei suoi lavori, passati e presenti, trattano la vita quotidiana di persone, e popoli, emarginati dalla società e in bilico tra la vita e la morte.

I Balcani, i migranti e gli zingari sono i soggetti preferiti di questo autore che cerca, attraverso un processo di sensibilizzazione, di mettere in luce i problemi e le ingiustizie che hanno colpito, e che tutt’oggi colpiscono, questi popoli. Oggi Nikos Economopoulos è un membro attivo della Magnum Photos e uno dei fotografi più influenti del XXI secolo.

Il processo artistico di Nikos Economopoulos

Dopo una breve introduzione di natura storica ecco che arriviamo al punto cruciale del nostro discorso: cosa rende davvero speciale Nikos Economopoulos rispetto ad altri fotografi della sua stessa linea temporale?

Beh, basta dare un’occhiata ai suoi scatti per comprendere il come sia un’artista dall’occhio, e dalla sensibilità, davvero eccezionale.

Fonte Magnum Photos. Immagine di © Nikos Economopoulos

Ho voluto definire Nikos “armoniosamente scorretto” perché i suoi scatti, seppur molte volte con delle “imperfezioni” di natura dispositiva dei soggetti, non mancano mai di armonia e di equilibrio (tipica caratteristica dei fotografi greci).

La scelta di contrapporre porzioni intere e frazionate di soggetti diversi, è una scelta dettata dalla voglia di voler dare importanza a tutto lo spazio circostante.

La visione non si ferma soltanto alla porzione inquadrata dal nostro corpo macchina, ma va oltre, creando degli scenari ancor più entusiasmanti e curiosi (un processo molto simile a quello di Luigi Ghirri).

Fonte Magnum Photos. Immagine di © Nikos Economopoulos

Nikos Economopoulos fu molto influenzato dagli scatti di Henri Cartier-Bresson e il suo modo di comporre ce lo ricorda in maniera evidente. Anche se, rispetto al fotografo francese, troviamo in lui una maggior predisposizione alla sperimentazione e al rifiuto delle regole “accademiche”, degli aspetti che hanno formato il suo stile personale tutt’oggi molto apprezzato.

Henri Cartier-Bresson mi ha mostrato un modo nuovo di vedere le cose…quello che vedo nelle sue fotografie non è solo geometria e composizione, ma una ambigua ed “unica” visione della realtà.

La sensibilità con cui Nikos fotografava i suoi soggetti era davvero impressionante. A lui non interessava mettere fortemente in risalto le loro condizioni (non è alla ricerca dello scoop) poiché bastava documentare la loro vita, e le loro azioni quotidiane, per far notare la differenza tra la società fittizia e quella reale. La fotografia parla da sola, anche quando non vuole farlo.

Cosa ci insegna Nikos Economopoulos sulla fotografia?

Nikos ha passato gran parte della sua vita a documentare le storie di persone poi non così tanto lontane da noi. Molte volte non ci rendiamo conto che, a pochi passi dalla nostra casa, si stanno svolgendo degli eventi meritevoli di essere fotografati e documentati.

Per questo motivo portare con noi sempre la nostra macchina fotografica, o aprire la mente ed osservare quello che ci circonda, può essere l’inizio di un progetto interessante.

Fonte Magnum Photos. Immagine di © Nikos Economopoulos

Le fotografie di Economopoulos sono di forte ispirazione e ci insegnano ad apprezzare ogni istante e momento della nostra vita per questo, la ricerca della perfezione, è solo un modo per perdere la concentrazione sui punti salienti della nostra esistenza.

Osservazione, studio ed amore per quest’arte sono gli unici punti fondamentali per diventare un grande fotografo!

La Cultura Greca sulla Street Photography
Dall’ormai mia forsennata ricerca di mentori e di fotografi di tutto il mondo, ho compreso come esistano delle vere e proprie cerchie di artisti che sviluppano i loro progetti secondo canoni locali dettati dalla cultura di appartenenza. Grecia, Inghilterra, Italia e Stati Uniti sono solo alcuni dei…
Diventa un Sostenitore 💞
Aiutami a rendere The Street Rover un posto migliore, per me, per te, per chi è alla ricerca di un luogo sicuro in cui crescere e parlare di fotografia, quella vera. Sostenitore 🌟 Un piccolo contributo mensile per chi ha a cuore le sorti del progetto editoriale. Con questo piano ottieni:

Rompi gli schemi. Vivi la Street Photography al 100%

Unisciti ai lettori di EXTRA ed apri le porte ad un mondo di contenuti esclusivi di approfondimento sulla fotografia di strada, sulla gestione del flusso di lavoro e sulla crescita delle proprie doti autoriali. Ogni settimana un nuovo contenuto.

Clicca qui per saperne di più ◎