Miami Street Photography Festival 2022: una classifica alternativa

Miami Street Photography Festival 2022: una classifica alternativa

© Brad Jones

Il momento più atteso dell'anno è tornato.

Il Miami Street Photography Festival, il gran premio internazionale per tutti quelli che ambiscono a diventare dei fotografi di strada di successo, ha pubblicato, recentemente, la classifica finale dei vincitori dell'edizione 2022.

Quest'anno, a portarsi a casa il primo premio, nella categoria "Foto Singola", è stato il nostro Massimiliano Faralli, con un'immagine dalle reminiscenze cinematografiche e giurassiche (lasciaci qualcosa Massimiliano!).

La sfida è stata ardua, devo ammetterlo. Le fotografie proposte ai giudici, ed arrivate in finale, hanno reso la scelta dei vincitori e delle vincitrici ancora più difficile: tutte, vedendole bene, potevano tranquillamente ambire al primo posto.

Eppure, a scamparla, è stato proprio Massimiliano, in quello che sembra essere l'anno più performante per la sua fotografia e per la Street Photography italiana.

Classifica meritatissima, ma nel mezzo, come sempre, tante altre immagini meritevoli di attenzioni.

E qui arriva la mia sfida: come per ogni evento di questo genere mi piace sporcarmi le mani, e farmi taaanti nemici, e per questo ho pensato di rimettere le carte in tavola e di immaginare, insieme a te, un'altra possibile classifica - alternativa - delle migliori fotografie di questa edizione.

Prima di partire, ci tengo a precisare che questo non è un modo per disapprovare la scelta dei giudici, tutte le fotografie finaliste sono a dir poco pazzesche, ma un esercizio utile a calarci dentro i meccanismi di un grande concorso e conoscere in maniera approfondita la contemporaneità e i gusti del pubblico.

Detto questo, inizio io, mettendo qui sotto le mie, poi tocca a te nei commenti.

Single Picture

Primo posto "Single Picture" © Massimiliano Faralli

La categoria "Foto Singola" è la categoria sempre più agguerrita.

Chi scatta fotografie di strada sa bene che un'immagine basta ed avanza per raccontare una storia e raggiungere il cuore del proprio pubblico. A motivare i fotografi nella costruzione di immagini singole, più che delle serie, è la maggior libertà interpretativa e la possibilità di poter tenere tutto sotto controllo.

Per questo, nella maggior parte dei casi, questa categoria riceve mediamente più fotografie all'anno rispetto ad altre. Arrivare tra i primi, neanche a dirlo, è quindi doppiamente soddisfacente.

Le immagini sul podio di questa edizione sono state realizzate da Massimiliano Faralli, Jonathan Jasberg e France Leclerc. A primeggiare in questa selezione tutta a colori c'è un ottimo colpo d'occhio e una giustapposizione di elementi.

Ho dato un'occhiata a tutte le altre immagini presenti in finale e ho deciso di inserire nella mia selezione (oltre alla già citata immagine di Massimiliano apprezzata in passato in tempi non sospetti) una serie un pò malinconica e dal forte impatto emotivo.

La scelta è ricaduta sulle fotografie di Amphol Thongmueangluang, David Keith Brown e Alessandro Deluigi. Tre fotografie che raccontano un qualcosa che va oltre l'immagine stessa: la Street, dopo tutto, può parlare anche di cose intense!


International Series

Primo posto "International Series" © Argus Paul Estabrook

La categoria "International Series" raccoglie le più belle serie a tema fotografia di strada realizzate in giro per il globo.

Sul podio di quest'ultima edizione ci sono Argus Paul Estabrook, Jonathan Jasberg e Max Sturgeon. A primeggiare in questa classifica inquadrature fuori dagli schemi e una post-produzione dai toni onirici.

Non essendo possibile recuperare le altre serie in finale (mannaggia!), ci dobbiamo accontentare di quelle tre finite sul podio (le serie, è risaputo, sono sempre un terno a lotto, è difficile tirar fuori progetti coerenti).

Ti dirò, pur avendo apprezzato il lavoro di Max Sturgeon per la componente del colore e per le inquadrature azzeccatissime, mi trovo perfettamente d'accordo con la giuria: le immagini di Argus Paul sono pazzesche! Si merita il primo posto.

Non potevo non inserire quindi il suo lavoro anche nella mia personale classifica.


Miami Photo Series

Primo posto "Miami Series" © Rodrigo Koraicho

La categoria "Miami Photo Series" è iconica, unica nel suo genere, e raccoglie le migliori serie a tema fotografia di strada realizzate nella città di Miami, sede ufficiale del concorso.

Quest'anno sul podio le immagini di Rodrigo Koraicho, Marco Inzerillo e Brian Demby. A primeggiare in questa classifica una sottile ironia e una grande, grandissima, energia.

Anche qui, poca scelta. Abbiamo a nostra disposizione solo le tre serie finite sul podio. Tra tutte, a parer mio, per coerenza e linguaggio, vince quella di Rodrigo Koraicho (premiata pure dalla giuria), che ci porta dentro una dimensione, quasi, inverosimile agli occhi e alla mente.

Inquadrature di impatto e una post-produzione, forse, rivedibile (?).


Qualche parolina finale sul concorso

Ok, siamo alla fine. Le immagini a cui ritenevo di dover dare un maggiore spazio sono ora state lette, comprese ed incise nella pietra (si spera!).

Questo esercizio è stato importante per capire come si muove il mercato contemporaneo e come centrare a pieno il gusto della giuria e del pubblico. Prima di chiudere con i tuoi commenti, ci sono due cose su cui mi soffermerei con te:

  1. Le serie fotografiche offrono più opportunità di vittoria e visibilità. Pochi le prendono in considerazione e, forse, sbagliano (puntiamo su di loro!)
  2. La Street Photography accetta la commistione tra diversi generi fotografici. Più siamo creativi nelle inquadrature e nelle narrazione, meglio è!

Questi due dati sono venuti fuori dalla lettura e visione di questo concorso, ma anche da molti altri sparsi in giro per il mondo. Sembra proprio che stiamo assistendo ad una maggior apertura creativa e questo non può che farci del bene.

La fotografia di strada si sta evolvendo, in varie forme, pur mantenendo ben salda la sua ossatura originale del "cogliere ed elevare la quotidianità e il banale". Volgere lo sguardo sul contemporaneo vuol dire anche mettere in discussione le nostre imposizioni ideologiche su questo genere e sul mondo.

Ripartiamo da qui, da questa nuova considerazione.

Nel complesso, come hai potuto notare tu stesso, ho gradito molto la scelta della giuria e quindi non mi sento di criticarne, per questa volta, e visto l'impegno improbo a cui era sottoposta, le selezioni finali.

I finalisti e i vincitori hanno tradotto al meglio quello che è un genere che sta raggiungendo, pian piano, una saturazione di visioni: vederne di nuove, di personali e di forti, emotivamente parlando, mi fa capire che il futuro per il genere è più che roseo (e c'è chi lo da per morto!).

Ma non abbiamo mica finito: ora tocca a te dirmi le tue preferite.

Puoi recuperare la classifica del Miami Street Photography Festival 2022 qui. Non aver paura nell'esprimere la tua opinione o nel confutare anche la mia: dal dialogo nascono sempre considerazioni utili per crescere ed imparare tutti insieme.

Fatti sotto: l'area commenti è a tua disposizione :)

Leggi pure:
Due parole sui vincitori del LensCulture Street Photography Awards 2022
In questo nuovo appuntamento LIVE commentiamo insieme le immagini vincitrici dell’ultima edizione del LensCulture Street Photography Awards. L’obiettivo? Scoprire come si sta muovendo la fotografia di strada internazionale. Se vuoi farmi sapere la tua sulle scelte della giuria, o su un’immagine che…
Sostieni la Cultura Fotografica 💞
Aiutami a rendere The Street Rover un posto migliore, per me, per te, per chi è alla ricerca di un luogo sicuro in cui crescere e parlare di fotografia, quella vera. Diventa un: Cacciatore di istanti 🎯 Per quelli che apprezzano il progetto editoriale e vogliono sostenerne gli sforzi e la

La tua fotografia di strada può essere migliore di così 🤦🏻‍♂️

Il tragitto per raggiungere i grandi della fotografia è impervio, ma non impossibile. Fatti seguire passo passo verso la realizzazione dei tuoi obiettivi fotografici.

Clicca qui per iniziare il percorso ◎